25.08.2012 Le abitudini

Figlio mio,

l’uomo tende all’abitudine, cioè alla consuetudine: alla ripetizione di pensieri, parole e gesti. Tendenzialmente, l’uomo è un essere abitudinario e le sue abitudini gli danno conforto, nel senso che lo fanno sentire protetto verso eventuali pericoli sconosciuti. Tutto questo è naturale perché anche il corpo ha le sue regolarità, che sono segno di buona salute, tuttavia (il corpo), nel suo ordine perfetto, sa rispondere prontamente alle necessità del momento, modificando i suoi ritmi.

 

Solitamente, l’uomo ha buone abitudini e cattive abitudini di vita. Non è necessario che Io ti faccia le distinzioni, perché sai discernere da solo ciò che è bene e ciò che è male. Spesso, infatti, hai cercato di liberarti dalle cattive abitudini e di prendere nuove buone abitudini. Non sempre sei riuscito nel tuo intento, ma quando ci sei riuscito, ne sei stato contento, ed Io con te. Al contrario, quando non sei riuscito, ti sei sentito afflitto e ti sei scoraggiato, mentre Io, nel segreto del tuo cuore, ti incoraggiavo a riprovarci.

 

Sì, prima di tutto è bene liberarsi dalle cattive abitudini e farsi nuove buone abitudini per trovare il benessere del corpo e dello spirito. E’ bene rispettare Dio, che ti ha fatto il dono della vita, e rispettare la vita stessa che ti è stata donata, nel rispetto di te stesso e del prossimo.

Non è un giro di parole: ogni cosa buona ha radici trinitarie, perché ha origine da Dio.

Lo ripeto: è cosa saggia per l’uomo condurre una vita sobria e semplice, scevra da cattive abitudini, che danneggiano il corpo e legano lo spirito. Tuttavia, chi arriva al raggiungimento di questo obiettivo, non pensi di essere perfetto, perché Io gli chiedo di andare oltre.

 

Ricordi il fariseo che pregava nel tempio? Credeva di essere arrivato alla perfezione, ma sbagliava.

 

Figlio mio, Io ti educo ogni giorno, così come un buon  genitore educa i suoi figli. Per questo ti dico che sei chiamato ad arrivare all’abitudine di non avere abitudini. Questo, infatti, è previsto dal cammino di abbandono alla mia Santissima Volontà, che tutto ti provvede, con Amore infinito, prima ancora che tu sappia di avere bisogno di qualcosa.

So bene che vorresti pianificare la tua vita, decidere come sarà il tuo futuro e raggiungere gli obiettivi che ti sei proposto. So tutto, perché vivo in te e ascolto tutti i tuoi pensieri.

 

Lo so che a volte, mentre mi dici “Sia fatta la tua Volontà”, desideri che Io mi adegui alla tua volontà. Ti sembra troppo rinunciare ai tuoi desideri, perché per te sarebbe come rinunciare a te stesso, in un oblio doloroso di cui non capisci il senso.

Io non ti rimprovero per questo, ma ti ricordo che tu non sai cosa è effettivamente bene per te, mentre Io lo so perfettamente e te lo provvedo giorno dopo giorno, con Amore e Fedeltà.

 

Perché ti preoccupi tanto? A cosa giovano le tue preoccupazioni? Certamente ti fanno soffrire e queste sofferenze sono forse utili per te o per qualcun altro?

Ah! Se tu avessi fede quanto un granello di senape!!

 

Posso Io non mantenere la mia Parola? Rispondi tu stesso a questa domanda.

 

Ebbene, Io ho detto :Io, infatti, conosco i progetti che ho fatto a vostro riguardo – dice il Signore – progetti di pace e non di sventura, per concedervi un futuro pieno di speranza.” (Geremia 29,11)

 

Figlio mio, il mio Progetto su di te è meraviglioso, ma tu sei troppo piccolo per comprendere: per questo serve la tua fede. Io sono tuo Padre, tu sei mio figlio e sei accudito e provveduto dalla mia Paterna Bontà. Non puoi comprendere le mie Vie, perché sono inaccessibili alla tua intelligenza.

 

Fidati di CHI ti ama. Fidati dell’Amore e sappi rinunciare a tutto per diventare tu stesso una particella di Amore Infinito ed Eterno, perché sei figlio di Dio, creato a Sua Immagine e Somiglianza.

 

Conserva le tue buone abitudini fino a che Io, nello svolgersi degli eventi quotidiani, ti chiedo di adeguarti ad altri ritmi e, quando ciò accade, non essere dispiaciuto e non sentirti offeso. Se Io ti chiedo di rinunciare a qualcosa di buono, è per darti di meglio, perché Io cerco sempre il tuo massimo bene, che tu puoi ottenere solo percorrendo la Via che ho tracciato per te.

 

Non essere legato a nulla, neppure alle buone abitudini, ma rimani nel mio Amore e sii libero.

 

Sii libero di seguire il vento del mio Santo Spirito, così come dice la Scrittura:

“Il vento soffia dove vuole e ne senti la voce, ma non sai di dove viene e dove va: così è di chiunque è nato dallo Spirito”  (Giovanni 3,8)

 

Piccolo figlio mio, mi danno tanta gioia i tuoi sorrisi, la tua speranza, la pace del tuo cuore che crede e spera in Me, quando tutto ti sembra contrario. Combatti la buona battaglia della fede e ricorda che tutto è possibile per chi crede.

 

La tua fede sia sempre il fondamento della tua gioia nella vita terrena.

La tua fede rallegra il mio Cuore di Padre e ti fa ricevere sante benedizioni, abbondanti e diffusive.

 

Ti amo da sempre e per sempre.

 

                                    Dio, tuo Padre

25.08.2012 Le abitudiniultima modifica: 2012-08-30T06:30:00+00:00da dio_amore

Lascia un commento