26.06.2013, lettera tra Cielo e terra

Eterno Padre io mi unisco a tutte le Sante Messe celebrate oggi nel mondo, rinnovandoti la mia consacrazione, affinchè Tu disponga di me secondo il tuo Volere.

 Padre Buono, io ti offro tutte le Sante Messe, celebrate in ogni tempo, per la conversione del mondo, la salvezza delle anime, la santificazione della Chiesa e perché la tua gloria sia conosciuta da tutti gli uomini.

 Padre Santo, in unione con tutti i miei fratelli del Cielo e della terra benedico il tuo Santo Nome  e ti rendo grazie per il tuo Amore Infinito. A Te, Dio Uno e Trino, ogni onore e gloria per tutti i secoli dei secoli. Amen.

 Padre mio, io credo che Tu stesso abbia fatto sgorgare dal mio cuore questa preghiera, che vado ripetendo da diverso tempo. Volevo chiederti se ti è gradita, nella sua brevità, perché mi sembra di essere tanto mancante anche nella preghiera. A volte, scendo in dettagli e, per quanto dica molte cose, mi accorgo sempre che ho dimenticato qualcosa. Tuttavia mi piace pregare in libertà e sento faticoso usare le formule. Ti chiedo come pregare in modo che sia a Te gradito.

 Figlia mia, Gesù disse ai suoi di non sprecare parole, perché il Padre sa di cosa avete bisogno prima ancora che glielo chiediate. Lui sa. Lui sa di cosa ha bisogno anche la persona per cui intercedete. Lui sa tutto. Credere che il vostro Dio è Buono, è Onnipotente e Onnisciente dovrebbe essere sufficiente per dare riposo e ristoro alle anime vostre. Ma così non è, perché avete poca fede. Ne convieni con Me?

 Sì, Padre mio. Magari troviamo grande ristoro quando possiamo sospendere ogni attività, per dedicarci esclusivamente alla preghiera, ma quando torniamo alle nostre occupazioni quotidiane è facile lasciarsi sopraffare dalle ansie della vita.

 E’ utile che voi riflettiate sul fatto che l’anima in grazia è inabitata dalla Santissima Trinità: il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo dimorano, cioè abitano incessantemente, presso di voi. In pratica Dio è sempre a vostra disposizione, anche se voi non ne sentite la Presenza. Questo per dirvi, ancora una volta, di non fare troppo affidamento al vostro sentire, ma, invece, di credere quanto Dio, per mezzo della Scrittura e di santa Madre Chiesa, va ripetendo da molti secoli. E’ anche vero che molti che si definiscono credenti non lo sono e non si preoccupano di conoscere la religione che dicono di professare. Molti si preoccupano di avere cultura, di mostrare il loro sapere su tante scienze umane, ma non hanno interesse di cercare Dio. Eppure, oggi come sempre, Dio mostra il suo Volto attraverso le Scritture e regna nella sua Santa Chiesa, nonostante le ombre che conoscete e le ombre che solo Dio conosce. Chi è senza peccato scagli la prima pietra: queste Parole sono sempre vere e sarà reso conto a chi denigra invece di aiutare. Nel Corpo Mistico ognuno è chiamato a dare il suo contributo di carità. 

 Ma torniamo al discorso della preghiera. Ti voglio rassicurare perché Dio non ha bisogno di tante parole. Come si diceva prima, Dio è Onnisciente e scruta ogni cuore.

Sai, piccolina mia, che il cuore parla sempre, anche quando è silenzioso? La voce del silenzio è il canto supremo dell’anima amante che si unisce al Silenzio di Dio: Silenzio di pienezza, di sovrabbondanza e di esultanza. Non dimenticare che la preghiera è amore.

Non meravigliarti, dunque, dei cambiamenti che avverti in te e segui lo Spirito del tuo Dio, che ti insegna a pregare e ad abbandonarti con fede, sempre più profonda, tra le  Sue Braccia amorevoli.

 Voglio anche puntualizzare che, se un’anima prega, sempre intercede perché “siete membra gli uni degli altri” e siete uniti a Gesù Cristo, il Salvatore vostro.

L’impegno più grande per chiunque si dice cristiano, dovrebbe essere quello di vivere in grazia, alla sequela di Cristo, con costanza e perseveranza, ogni giorno.

 Figlia mia, Io ti ho fatto scrivere quella preghiera e non senza scopo, ma perché sia oggetto di condivisione con i tuoi fratelli, così come le mie Parole.

 Padre Santo, custodisci noi tutti dal maligno.

Regalaci un Sorriso e insegnaci a donarlo.

26.06.2013, lettera tra Cielo e terraultima modifica: 2013-06-29T05:27:12+00:00da dio_amore

Lascia un commento